Gestione delle acque e risanamento ambientale

L’indirizzo, di assoluta novità negli ordinamenti scolastici nazionali, permette al diplomato di intervenire nella tutela e nella gestione delle acque sotterranee, superficiali interne e marine.

Si caratterizza per la conoscenza dei processi e degli impianti e per l’acquisizione delle tecniche di intervento operativo per la tutela del territorio con particolare riferimento alla gestione delle risorse idriche ed ambientali ed ha competenze multidisciplinari di base, in ambito tecnico-professionale, per poter svolgere mansioni in sicurezza, nel rispetto dell’ambiente, nella gestione delle acque, delle reti idriche e fognarie, degli impianti e nelle attività di risanamento.
Il piano di studi del primo biennio è il seguente:

Discipline del piano di studi 1^ anno 2^ anno
Lingua e letteratura italiana 4 4
Lingua inglese 3 3
Storia 1 2
Geogragia 1
Matematica 4 4
Diritto 2 2
Tecnologie dell’informazione e della comunicazione 2 (2) 2 (1)
Scienze motorie 2 2
Religione o attività alternative 1 1
Scienze della terra 1
Biologia 1
Fisica 2 (1)
Chimica 2 (2) 2 (2)
Laboratorio tecnologico 4 4
Tecnologie delle risorse idriche e geologiche 4 (2) 4 (2)
Totale ore settimanali 32 (6)
32 (6)
N.B. tra parentesi sono indicate le ore di lezione effettuate con il supporto del laboratorio in compresenza del docente tecnico-pratico.

I commenti sono chiusi