Laboratori di manualità e recupero materiali

Laboratori manualitàNell’ambito del progetto “Scuola Eco-Attiva“, che mira alla riduzione e ad una migliore gestione dei rifiuti, per un paio di mattine (giovedì 10 e venerdì 11 gennaio 2019) le ragazze ed i ragazzi dell’Istituto “Marzotto – Luzzatti” hanno piallato, tagliato, avvitato, cucito, smontano e reinventato degli oggetti a partire dai materiali di scarto.

Guidati da un gruppo di insegnanti e di esperti volontari, gli alunni si sono divisi in 5 laboratori per dedicarsi alla manutenzione della bicicletta, al riutilizzo di stoffe e vecchi vestiti, al riutilizzo di bancali di legno e ritagli di falegnameria, al riutilizzo di apparecchi elettronici e materiale elettrico e al riutilizzo creativo di plastica e altri materiali.

Oltre alla necessità di passare dal concetto di rifiuto a quello di risorsa l’attività cerca di affrontare altri due bisogni educativi: recuperare la manualità di base e mettere in contatto studenti e docenti con il sapere di alcune delle molte maestranze del territorio.

L’attività ha coinvolto circa 150 studenti, una dozzina di insegnanti, tre sarte, un falegname e due elettricisti-riparatori, che si sono prestati gratuitamente ad insegnare i rudimenti del proprio mestiere e ad assistere studentesse e studenti nelle loro creazioni.

L’esperimento didattico, che per la prima volta riuniva studenti e docenti delle tre sedi appena accorpate, ha incontrato l’entusiasmo dei ragazzi e, nonostante le difficoltà organizzative, sarà sicuramente ripetuto.

Il progetto “Scuola Eco-Attiva” prevede diverse altre azioni per migliorare la raccolta differenziata, per rendere più coscienti studenti, docenti e personale ATA sull’importanza delle scelte e dei comportamenti quotidiani. Alcune attività sono già state fatte come la partecipazione a “Puliamo il mondo” e l’analisi dettagliata della raccolta differenziata in classe, altre sono in programma come incontri con esperti e conferenze.

Un grazie particolare va a Ivano Albiero, Rino Preto, Alberto Guiotto, Antonietta Colla, Luciana Toniolo e Dina Pretto.

Di seguito una galleria fotografica dei laboratori:

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi